agosto: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

    L’Osteopatia dal 22-12-2017 è stata riconosciuta come professione sanitaria nazionale. E’ un metodo terapeutico ideato da A.T. Still e basato sul principio che il corpo è capace di fabbricare i rimedi propri contro le malattie, quando le sue reazioni strutturali sono normali, la sua nutrizione è buona ed è inserito in un buon ambiente.

    I tre principi dell’Osteopatia sono:

    1. Unità del corpo, cioè tutte le parti del corpo sono legate tra loro tramite le fasce, muscoli, sistema nervoso.
    2. La struttura governa la funzione, cioè ci deve essere l’integrità del nostro sistema di regolazione neurologico ed ormonale, ma anche della nostra ossatura, al fine di conservare la libertà di movimento di tutti i nostri tessuti.
    3. Il ruolo dell’arteria è supremo, cioè il sangue, la linfa e tutti gli altri liquidi del corpo che trasportano sostanze nutritive e rifiuti devono circolare liberamente
    4. La risultante è un auto guarigione ed auto equilibrio  del corpo.

     

    COME AGISCE L’OSTEOPATIA

    L’osteopata non si limita a considerare la parte dolorante ma va alla ricerca delle cause che hanno scatenato la sofferenza di quel settore. Solo una volta individuata l’origine del problema, attraverso un trattamento esclusivamente manuale, cura il sintomo cercando di ridare alle strutture del corpo la capacità di svolgere la loro funzione correttamente. Per strutture non si intende solo il sistema muscolo-scheletrico, ma anche i visceri e il tessuto connettivo nelle varie specializzazioni. L’osteopata interviene laddove si è creata un limitazione di movimento, in una o più zone del corpo, tale da alterare l’equilibrio posturale dell’individuo. Ad esempio una caduta sulla spalla provoca dolore alla stessa ma può provocarlo anche alla clavicola e, per il contraccolpo, a una o più vertebre cervicali o dorsali. Anche se il dolore scompare dopo pochi giorni, le limitazioni articolari e le tensioni muscolo-legamentose permangono ed influenzano la mobilità locale. I meccanismi di compenso e di difesa adottati naturalmente dal corpo, possono causare, nel tempo, sintomi anche a distanza della regione in cui si è verificato il trauma.

     

    COME INTERVINE L’OSTEOPATIA

    Che si tratti di neonati, adulti o anziani, di disfunzioni articolari o viscerali, l’azione manuale si esplica attraverso delle tecniche dolci e di riequilibrio.

     

    PATOLOGIE E DISFUNZIONI CHE TRATTA L’OSTEOPATIA

    Adulti e Anziani

    Colonna vertebrale

    Dolori e disfunzioni, con o senza irradiazione, tipo: sciatiche, cruralgie, lombalgie, lombo-sciatalgie, nevralgie intercostali, dorsalgie, cervicalgie, nevralgie cervico-brachiali, torcicollo.

    Arti

    Dolori e disfunzioni di tutte le articolazioni, come: distorsioni, tendinite, blocchi, reumatismi, stasi e gonfiore.

    Cranio

    Dolori e disfunzioni come: mal di testa, certe problematiche di carattere ortodontico( masticazione, ATM, click ecc…), nevralgie facciali, alcuni problemi degli occhi, sinusiti.

    Visceri

    Coliche intestinali e renali, coliti, stipsi, difficoltà digestive, cistiti, problematiche legate al ciclo.

    Sistema emozionale

    Dolori ai visceri(es. stomaco, colon.ecc…) o al sistema muscolo-articolare(es. muscoli cervicali, muscoli lombari ecc…), ansia, agitazione, disturbo del sonno

     

    Mamme in dolce attesa e post-parto

    Dolori lombari, dolori dorso-lombari, dolori dorsali, dolori cervicali, dolori sacrali, sciatalgie, cruralgie, nausee, problemi respiratori, problemi articolari e muscolari del bacino, riequilibrio del bacino pre e post-parto, trattamento cicatrici.

     

    Neonati e Bambini

    Rigurgito, coliche, mal di testa, torcicollo congenito,  allergie, problemi agli arti inferiori, asma, astigmatismo, bronchite, bruxismo, canale lacrimale ostruito, comportamento, costipazione, crescita, deglutizione, denti, difficoltà scolari, dislessia e disortografia, displasia alle anche, dita, eczema, enuresi, equilibrio, ernia inguinale,febbre, imbuto tifoideo, insonnia, linguaggio, mal di testa, miopia, occlusione, problemi oculari, problemi ORL, palato troppo stretto, pianti e irritabilità del bambino, piede valgo o piatto, difficoltà respiratorie, ritardo dello sviluppo, scoliosi, cifosi, sonno, strabismo, suzione, problemi di udito, problemi vascolari, vomito.

     

    Sportivi (bambini,adulti,anziani)

    Dolori muscolari,dolori alla colonna,dolori osso sacro e coccige,dolori articolari,infiammazioni muscolari, stiramenti,strappi muscolari,pubalgia,distorsione alla caviglia,distorsione al ginocchio,difficoltà coordinative,prestazioni sportive limitate,mobilità articolare limitata.

     

    APPROFONDIMENTI