problemi-articolari dovuti al lockdown

Quali sono i sintomi dovuti al lockdown?

Problemi dovuti al lockdown - confusione mentale donna

Sintomi d’ansia e stress, anche gravi, hanno segnato la quarantena di oltre la metà degli italiani, costretti al lockdown nella prima fase dell’emergenza coronavirus: più del 50% ha riportato un impatto psicologico durante il confinamento a casa, e oltre il 5% di chi ha patito la reclusione ha riferito disturbi seri.

E’ quanto emerge da un’indagine nazionale, condotta dal team di Maurizio Bonati, a capo del Dipartimento di Salute pubblica dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs di Milano.

problemi-articolari dovuti al lockdown Mal di schiena, dolori al collo, gambe intorpidite e dolori diffusi sono i disturbi più diffusi che il periodo di quarantena ha lasciato sul corpo di un italiano su due. I colpevoli sono la sedentarietà prolungata insieme a movimenti e posture scorrette che abbiamo assunto nelle lunghe giornate passate tra divano, scrivania e smart working.

E se già in tempi “normali”, e dunque a prescindere dal lockdown, sette cittadini su dieci soffrono periodicamente di disturbi articolari, la quarantena ha peggiorato il quadro, costringendo la metà degli italiani a ingegnarsi per far passare i sintomi più dolorosi. E la situazione riguarda tutte le età e non solo i sedentari, perché a lamentarsi sono anche molti volenterosi che hanno tentato il fitness fai-da-te, provocandosi dolori muscolo-articolari più o meno forti. Lo ha evidenziato la ricerca condotta da Assosalute, l’associazione nazionale farmaci di automedicazione che fa parte di Federchimica, secondo cui quasi 1 italiano su 2 dichiara, infatti, di averne sofferto più spesso durante gli ultimi mesi.

Quali sono gli effetti sui bambini?

Statistiche sui problemi del sonno prima e dopo lockdown

Statistiche sui problemi del sonno prima e dopo lockdown

Disturbi del sonno, attacchi d’ansia, aumento dell’irritabilità. Sono i sintomi più frequenti di cui hanno sofferto le bambine, i bambini e gli adolescenti nel nostro Paese durante l’isolamento a casa per l’emergenza coronavirus.

Lo evidenzia l’indagine sull’impatto psicologico della pandemia Covid-19 nelle famiglie in Italia, promossa dall’Irccs Giannina Gaslini di Genova e guidata dal neurologo Lino Nobili, che dirige il dipartimento di Neuropsichiatria infantile dell’istituto. Il questionario è stato raccolto a quindici giorni di distanza dall’inizio del lockdown, tra il 24 marzo e il 3 aprile.

Dall’analisi delle risposte è emerso che la situazione di isolamento ha determinato una condizione di stress con ripercussioni non solo sulla salute fisica, ma anche su quella emozionale-psichica, sia dei genitori che dei figli.

Cosa può fare l’Osteopatia?

L’osteopata va alla ricerca delle strutture corporee in disfunzione, ricrea movimento a tali strutture per ottenere un riequilibrio sia a livello circolatorio-ormonale (cortisolo) che a livello nervoso centrale e periferico (ortosimpatico e para-simpatico).

Si avrà così un buon funzionamento del sistema corpo, con un miglioramento dell’infiammazione neurogena e dei sintomi.

Come interviene l’Osteopata?

Le tecniche osteopatiche sono dolci e non invasive. Utilizzala la nostra pagina contatti per fissare un consulto telefonico gratuito.

Approfondimenti

Lo Stress a causa di questa emergenza globale 

 

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il testo inserito non è corretto. Riprova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.