Dolori post-parto

Dolori muscoli-scheletrici post parto

Osteopatia gravidanza e post-partoI dolori post parto colpiscono la stragrande maggioranza delle neo-mamme nel periodo immediatamente successivo al termine della gravidanza, il cosiddetto puerperio.

Il parto, infatti, è un evento tanto importante quanto traumatico per le strutture osteoarticolari e il sistema muscolare di una donna. I disturbi più frequenti sono la lombalgia, sacralgia, lombo-sciatalgia, pubalgia, cervicalgia, dolori alle anche, dolori muscolo-articolari diffusi.

Il dolore lombare è per sua natura un sintomo. Ad esso possono associarsi anche altri disturbi. Fra i più frequenti sono inclusi spasmi muscolari, sensibilità al tatto, difficoltà di movimento, dolore ai glutei, all’inguine o alle gambe, debolezza, pizzicore o intorpidimenti degli arti inferiori e disturbi del sonno.

La sacralgia è un dolore localizzato a livello del l’osso sacro. Delle volte si può riscontrare anche la sacroileite cioè l’infiammazione dell’articolazione sacroiliaca che tende ad andare in blocco e risulta poco mobile e accomodante nei movimenti lombari e degli arti inferiori.

La lombosciatalgia può manifestarsi o solo da un lato del corpo o in entrambi i lati con i seguenti sintomi:

  • dolore che parte dalla zona dei reni, arriva al gluteo, scende lungo la coscia e arriva al piede;
  • bruciore;
  • formicolii;
  • intorpidimento degli arti;
  • fitte volente simili a delle scosse elettriche

Con il termine pubalgia si intende una sindrome dolorosa caratterizzata da dolore in sede inguinale e/o pubica e/o sulla faccia interna delle cosce.

La lombalgia, più comunemente detta mal di schiena, è un disturbo comune che coinvolge i muscoli e le ossa della schiena. Si stima che circa il 90% delle persone ne soffrano almeno una volta durante l’arco della propria vita.

Quando si parla di cervicale (cervicalgia) si intende un dolore al livello del collo. Il dolore parte dal collo e da lì si irradia alle spalle (trapezi) e, nei casi più gravi, alle braccia, rendendo difficoltosi i movimenti.

Il dolore dell’anca o coxoartrosi può manifestarsi tipicamente con un dolore anteriore che parte dall’inguine e si irradia per tutta la gamba fino al ginocchio, posteriore al gluteo oppure laterale sul gran trocantere.

Le principali cause

Dolori post-parto

I dolori muscoli-articolari sono molto comuni nel dopo parto e durante l’allattamento, hanno tre principali cause.

Prima causa: l’aumento di peso in gravidanza altera l’elasticità delle articolazioni rendendole doloranti.

Seconda causa: anche se si ricorrere all’analgesia, si possono verificare strappi muscolari.

Terza causa: la maggior produzione di ossitocina, ormone dell’allattamento, ha un effetto di rilassamento sulle articolazioni che, perdendo la loro tonicità, possono diventare doloranti.

Nel post parto c’è un periodo di assestamento, cioè un tempo fisiologico necessario perché l’equilibrio psico-fisico della mamma ritrovi la giusta armonia. Delle volte però questo non succede, i disturbi e sintomi permangono, creando non poche sofferenze alla neo mamma.

Come interviene l’Osteopata

Dopo un’accurata anamnesi, cioè una serie di domande che rivolge alla mamma per avere una prima indicazione, effettua dei test di mobilità sulle varie strutture del corpo. Trovate le disfunzioni, cioè quelle zone articolari poco mobili, le tratta usando tecniche molto dolci migliorando così l’infiammazione neurogena e quindi il dolore.

Consigli post trattamento osteopatico

Esercizi respiratori esercizi articolari dolci passeggiata alimentazione bilanciata

Approfondimenti: Gravidanza e i problemi della dolce attesa ,

Le basi dell’osteopatia

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il testo inserito non è corretto. Riprova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRENOTAZIONI

Emiliano Michetti - MioDottore.it

Categorie

Commenti recenti