Osteopatia Viscerale: Movimento, disfunzioni, sintomi, patologie e trattamento osteopatico.

Il Movimento

Universo in contino movimento

Il movimento è un segno della vita. L’energia primordiale, primo motore, è all’origine di ogni forma e di ogni formulazione, dall’infinitamente grande all’infinitamente piccolo, la vita è sempre in movimento. Tutto è iniziato con un impulso, una vibrazione. Ogni cosa nell’universo è in movimento, abbia essa grande o ridotta ampiezza, alta o bassa velocità. Gli elettroni danzano con una velocità irrefrenabile, mentre lo spostamento delle placche tettoniche della crosta terrestre è di pochi centimetri all’anno. Ogni cosa si muove nello spazio e nel tempo e gli esseri umani non sfuggono a questa legge. Essi sono al tempo stesso parte integrale del cosmo e un tutto unico in sé. Siamo composti di articolazioni ossee, muscoli che permettono il movimento, legamenti e fasce che permettono il collegamento e strutture viscerali che assicurano il funzionamento della macchina. La vita è moto, ritmo, scambio e perpetuo adattamento a nuove situazioni, assimilazioni, rigetto e difesa.

La colonna vertebrale è un componente molto importante del corpo, la sua resilienza è dovuta al fatto che è una struttura flessibile e deformabile. La corretta fisiologia degli organi interni dipende anche dalla sua capacità di sopportare la deformazione. I visceri della cavità addominale hanno un moto indipendente l’uno dall’altro perché le membrane sierose che li avvolgono sono anche delle superfici di scorrimento. I gruppi di visceri mobili sono contenuti nella cavità addominale, pelvica, toracica e cranica.

Tutte le patologie dei visceri hanno come risultato quello che non chiamiamo fissazioni, disfunzioni. Quando ciò si verifica, l’organo in questione non si muove più liberamente nella sua capa cavità, ma resta bloccato a un’altra struttura. Il corpo deve compensare questa situazione, che porta a un problema funzionale e anche, nel caso di inadeguata compensazione, ha un problema strutturale.

I sintomi e patologie dovuti a disfunzione sono:

  • Apparato digerente: gastrite, esofagite, colite, stipsi, meteorismo, gonfiore addominale, dolore addominale ecc…., N.B. Una ricerca condotta in Begio e pubblicata su Nature e Microbiology svelerebbe il rapporto tra intestino(considerato il secondo cervello) e disturbo depressivo.
  • Apparato respiratorio: riniti, sinusite, bronchite, polmonite, otite, asma, ecc..
  • Apparato uro-genitale: cistite, dolori mestruali, cisti ovariche, fibromi uterini , ciclo non regolare, affezioni renali, disturbi della prostata, ecc…

Il trattamento osteopatico

Il trattamento osteopatico consiste nella stimolazione dell’organo per ristabilire la sua mobilità e la sua motilità fisiologiche. L’osteopatia è l’arte di indurre l’autocorrezione da parte dell’organismo e la manipolazione viscerale è solo uno dei mezzi per perseguire tale scopo. Manipolazioni isolate dell’articolazione sacro-iliaca, della struttura sfeno-frontale o del fegato sono solo di relativo interesse e non dovrebbero essere mai viste come fini a se stessi. Ognuna di esse è un mezzo per introdursi nell’intero sistema e stimolare una risposta auto-correttiva. La manipolazione osteopatica induce l’organismo ad attivare le proprie difese traendole dalle proprie riserve. La manipolazione non è comunque un sostituto del potere inerente al corpo.

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il testo inserito non è corretto. Riprova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRENOTAZIONI

Emiliano Michetti - MioDottore.it

Categorie

Commenti recenti