neonato con problemi digestivi

neonato con problemi digestiviI problemi digestivi possono essere molto fastidiosi per i neonati, ma un trattamento appropriato può alleviarli.

Le statistiche indicano che il 50% dei piccoli presenta  problemi digestivi durante i primi mesi di vita. Questi sono attribuibili al sistema digestivo non ancora del tutto maturo. Spesso questi problemi si risolvono in maniera naturale ma in alcuni casi non è così. 

Alcuni disturbi di cui può soffrire il neonato

Rigurgito:  si verificano solitamente a fine poppata ed è quando il bambino espelle il latte perché non lo digerisce. Si deve intervenire se ciò accade dopo ogni poppata.

 Reflusso: è un problema frequente nei neonati, tuttavia, quando il piccolo rigurgita un po’ di latte dopo aver mangiato non è la stessa cosa di quando vomita di frequente, perché in questo caso si potrebbe trattare di reflusso gastroesofageo, una condizione che può avere conseguenze sul suo sviluppo.

Il reflusso gastroesofageo provoca il comune rigurgitino del neonato, ma causa anche vomito più abbondante e violento. È importante capire quando il neonato sta vomitando e con che frequenza lo fa, perché questo potrebbe compromettere la sua alimentazione, incidere sul suo sistema respiratorio e irritare la sua piccola gola. E’ importante fare una diagnosi differenziale con una ecografia a livello dello sfintere gastroesofageo(cardias) per escludere delle patologie anatomiche o il suo malfunzionamento patologico. Anche la mancanza di adattamento al latte artificiale può provocare il reflusso. Se si esclude queste due cause si può intervenire osteopaticamente.

Neonato con colocheColiche: Le coliche, meglio conosciute come “mal di pancia”, sono un disturbo che può comparire sin dai primi giorni di vita del neonato. La colica nei neonati è una sindrome dolorosa acuta, di notevole intensità, che, per contrazione spastica della parete muscolare nella sede addominale, cagiona dolore forte e improvviso. Il pianto inizia improvvisamente senza una ragione apparente … e i genitori non riescono a placare il proprio bambino. Anche in questo caso l’Osteopatia può migliorare la sintomatologia.

 Stitichezza: I pediatri parlano di stitichezza quando un neonato che non evacua per 3/4 giorni, è disturbato, piange, forza e prova dolore, espellendo poi feci secche, dure e di aspetto caprino (piccole palline). L’osteopatia può aiutare tale problematica.

Alcune delle cause responsabili delle problematiche digestive sono:

  • Induzione del parto con farmaci
  • Travaglio lungo (sopra le 18 ore) o breve (inferiore alle 3 ore)
  • Utilizzo della ventosa o forcipe
  • Cesareo
  • Cordone ombelicale attorno al collo
  • rottura prematura delle acque
  • Parto gemellare
  • Disequilibrio del bacino materno
  • Impegno precoce
  • Contrazioni premature

 

Cosa fa l’Osteopatia

  • Liberare la sutura  Occipito-Mastoidea  con  il foro giugulare, e quindi il nervo vago in modo tale da non essere iperstimolato e non avere tutte le complicanze digestive tra cui quella del rigurgito e reflusso;
  • Trattare l’osso sacro con le vertebre della colonna per riequilibrare l’orto e il parasimpatico e migliorare così la stipsi, coliche , pianti , irrequietezza, insonnia . Le tecniche che si usano nei neonati naturalmente sono molto dolci.

 

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il testo inserito non è corretto. Riprova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRENOTAZIONI

Emiliano Michetti - MioDottore.it

Categorie

Commenti recenti