Curva dello stress in rapporto all'efficienza fisico mentale

Stress emotivo donna

Che cosa è lo stress emotivo?

Lo stress è la risposta psicofisica ad una quantità eccessiva di stimoli emotivi, cognitivi o sociali percepiti dalla persona. Lo stress eccessivo può facilmente portare numerosi disturbi da stress.

Il processo stressogeno si compone di tre fasi distinte:

  • Fase di allarme: il soggetto segnala l’esubero di doveri e mette in moto le risorse per adempierli;Curva dello stress in rapporto all'efficienza fisico mentale
  • Fase di resistenza: il soggetto stabilizza le sue condizioni e si adatta al nuovo tenore di richieste;
  • Fase di esaurimento: in questa fase si registra la caduta delle difese e la successiva comparsa di sintomi fisici, fisiologici ed emotivi.

La durata dell’evento stressante porta a distinguere lo stress in due categorie. Quello acuto, che si verifica una sola volta e in un lasso di tempo limitato; quello cronico, cioè quando lo stimolo è di lunga durata.

Lo stress cronico

Gli stress cronici possono essere ulteriormente distinti in stress cronici intermittenti e stress cronici propriamente detti. I primi si presentano ad intervalli regolari, hanno una durata limitata, e sono quindi più o meno prevedibili. I secondi sono invece rappresentati da situazioni di lunga durata che investono l’esistenza di una persona. Diventano stressanti nel momento in cui rappresentano un ostacolo costante al perseguimento dei propri obiettivi.

Oltre alla durata, è importante anche la natura dello stressor. Possiamo avere stressor benefici, detti eustress, che danno tono e vitalità all’organismo. Ma anche stressor nocivi, detti distress, che possono portare ad un abbassamento delle difese immunitarie. 

Quali sono le cause dello stress?

Lo stress è una risposta psicofisica che l’organismo mette in atto in risposta a compiti che sono valutati dall’individuo come eccessivi: questo significa che un evento stressante per qualcuno potrebbe non esserlo per altri e che uno stesso evento in fasi di vita diverse può risultare più o meno stressante. È tuttavia utile individuare alcuni fattori che risultano tipicamente stressanti per la maggior parte delle persone.

Molti dei grandi eventi della vita possono risultare stressanti, sia eventi piacevoli come il matrimonio, la nascita di un figlio o un nuovo lavoro, sia quelli spiacevoli come la morte di una persona cara, una separazione o il pensionamento. Accanto a questi eventi possiamo identificare come fonti frequenti di stress alcuni fattori fisici: il freddo o il caldo intensi, l’abuso di alcol o il fumo, ma anche serie limitazioni nei movimenti.

Stress emotivo uomoEsistono inoltre fattori ambientali che ci espongono al rischio di stress, pensiamo ad esempio alla mancanza di un’abitazione, agli ambienti molto rumorosi, a livelli di inquinamento elevati. Ricordiamo, infine, le malattie organiche e gli eventi straordinari quali i cataclismi.

 

Lo stress può essere provocato da:

  • eventi della vita sia piacevoli che spiacevoli (ad esempio: matrimonio, nascita di un figlio, morte di una persona cara, divorzio, pensionamento, ecc.
  • cause fisiche: il freddo o il caldo intenso, abuso di fumo e di alcol, ecc.
  • fattori ambientali: la mancanza di un’abitazione, ambienti rumorosi o inquinati, ecc.
  • malattie organiche: quando il nostro corpo è affetto da una malattia, l’intero organismo, nel tentativo di difendersi, si pone in uno stato di tensione che, nella maggior parte dei casi, per le scarse difese in grado di apportare, sfocia in una condizione di stress. I sintomi da stress possono essere suddivisi in quattro categorie: sintomi fisici, comportamentali, emozionali, cognitivi.

Sintomi fisici

  • Mal di testa
  • Cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, sacralgia
  • Difficoltà digerenti
  • Colite
  • Gastrite
  • Tachicardia
  • Sudorazione
  • Dolori diffusi a livello articolare e muscolare
  • Agitazione e irrequietezza
  • Problemi di sonno
  • Stanchezza
  • Vertigini
  • Perdita di appetito
  • Stipsi
  • Disequilibrio

Sintomi comportamentali

  • Digrignare i denti
  • Attitudine alla prepotenza
  • Aumento dell’uso alcolici Mangiare compulsivamente(fame nervosa)
  • Criticare gli altri
  • Impossibilità di portare le cose a termine.

Sintomi emozionaliemozioni primarie umane

  • Pianto frequente
  • Nervosismo, ansia
  • Rabbia
  • Infelicità
  • Solitudine
  • Sentirsi impotenti a cambiare le cose
  • Essere facilmente agitati o sconvolti

Sintomi cognitivi

  • Difficoltà a pensare in maniera chiara
  • Impossibilità nel prendere decisioni
  • Dimenticare le cose o distrarsi facilmente
  • Pensare di scappare via
  • Mancanza di creatività
  • Preoccuparsi costantemente
  • Perdita di memoria
  • Perdita del senso dell’umorismo 

 Osteopatia e stress

 L’osteopata va alla ricerca delle strutture corporee in disfunzione, ricrea movimento a tali strutture per ottenere un riequilibrio sia a livello circolatorio-ormonale(cortisolo) che a livello nervoso centrale e periferico( orto-simpatico e para-simpatico). Si avrà così un buon funzionamento del sistema ormonale e un miglioramento dell’infiammazione neurogena. Si possono trattare in questo modo soprattutto i sintomi fisici derivanti dallo stress.

Come interviene l’Osteopata?  

Le tecniche osteopatiche sono dolci e non invasive.

Se riscontri i sintomi fisici sopra elencati contattaci per una prima visita. Non aspettare che la situazione peggiori. La tua salute è importante. Vai alla pagina “Contatti”, puoi chiamarci o lasciarci un tuo riferimento, ti richiameremo quanto prima.

 

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il testo inserito non è corretto. Riprova.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PRENOTAZIONI

Emiliano Michetti - MioDottore.it

Categorie

Commenti recenti